Ossi- Cargeghe-Florinas: arriva il NO della soprintendenza alle ricerche minerarie

 In Articoli

La Soprintendenza archeologica della Sardegna ha inviato al comune di Cargeghe una istanza da Cagliari, in merito al rilascio del permesso di ricerca mineraria: foldspato e caolino, nelle aree che interessano i comuni di Cargeghe, Ossi e Florinas.

Analizzata la documentazione, il Servizio Tutela osserva che l’attività di ricerca mineraria presenta elevata criticità in relazione al patrimonio archeologico e in generale ai beni tutelati dal Codice dei Beni Culturali.

All’interno del perimetro dell’area richiesta in concessione infatti, si evidenzia la presenza di tre nuraghi: Corte Lottene- Formigosu e Pascialzos. Inoltre si vanno a toccare altre due aree riportate nel PUC del comune di Ossi, coincidenti con la Tomba megalitica di Ena e’Muros e con la necropoli di Corona e ’Teula, aree riconosciute dai decreti ministeriali come zone di salvaguardia.

Ma il problema non è più solo a livello archeologico ma anche paesaggistico, in quanto esiste una strada antica basolata a Corte e Lottene. Inoltre la zona di Ossi risulta quella maggiormente caratterizzata da monumenti nuragici, che costituiscono una rete territoriale ancora perfettamente individuabile e facente capo al santuario di Giorrè a Florinas.

12512020_10207076759470783_552021340_n 12516532_10207076759630787_1067737864_n 12540327_10207076759390781_818137093_n

Post suggeriti
Contatto Veloce

Modulo di Contatto veloce Scrivici Subito

Illeggibile? Cambia il testo.

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca